Norme di sicurezza in Rsa

Tutte le norme di sicurezza adottate per il contrasto e il contenimento del Covid-19, in termini di ingressi di nuovi Ospiti e visitatori

REGOLAMENTAZIONE INGRESSI OSPITI

La regolamentazione degli ingressi di nuovi Ospiti nelle nostre strutture è modulata da indicazioni di carattere territoriale e regionale: la nostra Azienda ha recepito tali indicazioni e ha creato singoli protocolli operativi per gestire l’ingresso e l’accoglienza di nuovi Ospiti a seconda dei vari contesti normativi di riferimento.

In linea generale tuttavia, in tutte le nostre strutture l’accoglienza di nuovi Ospiti segue precise linee guida volte a tutelare in primis la salute degli Ospiti presenti in struttura, nel rispetto delle Circolari Ministeriali che sono susseguite durante l’emergenza:

  • l’accesso di nuovi Ospiti è regolamentato, ma possibile;
  • l’accesso di nuovi Ospiti è sempre condiviso con gli enti pubblici territoriali.

Tenendo conto del fatto che all’interno delle nostre Strutture il numero di Ospiti e Dipendenti vaccinati è oltre il 95% – la normativa prevede tuttavia che l’ingresso in Rsa è consentito anche attraverso l’ultimo aggiornamento in vigore:

  • persone vaccinate da più di 14 giorni, se la RSA ha un numero superiore al 95% dei vaccinati, senza che vi sia l’obbligo di isolamento. Se la Rsa ha meno del 95% di vaccinati, il Medico di struttura (Direttore Sanitario) può prevedere l’isolamento. In sua assenza la decisione spetta al Responsabile della Struttura e comunque dopo confronto;
  • persone parzialmente vaccinate, se la RSA ha un numero superiore al 95% dei vaccinati, senza che via sia l’obbligo di isolamento, ma dopo essersi sottoposte a tampone antigenico nella prima sessione di screening disponibile. In questo caso la Struttura deve impegnarsi ad organizzare la seconda dose per conto dell’Ospite. Se la RSA ha un numero inferiore al 95% di vaccinati non è necessario l’isolamento, ma al primo tampone antigenico deve farne seguito un altro dopo 7 giorni: in caso di positività l’Ospite viene sottoposto ad un tampone molecolare che per confermarne la positività;
  • persone non vaccinate, ma guarite da 1 a 6 mesi a prescindere dal fatto che la RSA abbia oltre il 95% o meno del 95% di vaccinati, ma in tal caso è possibile disporre l’isolamento dell’Ospite per 10 giorni se il contesto della Struttura lo richiede. Se l’Ospite è vaccinato e guarito da 3 – 6 mesi la RSA deve inoltre impegnarsi ad organizzare la vaccinazione per conto dell’Ospite;
  • persone non vaccinate che non hanno contratto il Covid-19 al di la dal fatto che la RSA abbia più del 95% o un numero inferiore al 95% di vaccinati, per cui è previsto un isolamento di 10 giorni, con tampone antigenico effettuato prima dell’isolamento e al decimo giorno. La RSA deve inoltre impegnarsi ad organizzare la vaccinazione per conto dell’Ospite.

L’ultima Circolare Ministeriale del 24 dicembre 2021, stabilisce che le Rsa possano accogliere nuovi Ospiti.

Il Gruppo La Villa ha investito su accertamenti diagnostici ed isolamenti funzionali oltre a quanto previsto dalla normativa, per la massima tutela di tutti i nostri Ospiti, Per ciascuna delle casistiche sopra elencate garantiamo la massima sicurezza e per tale ragione nessun nuovo Ospite viene accolto in contesti nei quali la sua incolumità e quella degli altri Ospiti presenti non sia garantita e condivisa con gli enti pubblici.

Precisiamo che le linee guida sopra indicate possono essere suscettibili di variazioni ed è sempre consigliabile rivolgersi alla singola Rsa per avere un quadro preciso ed attuale, ed ovviamente ricevere tutte informazioni in merito alle disposizioni applicate dagli enti territoriali.

 

INGRESSI NUOVI OSPITI IN RSA

Per l’ingresso in Struttura, le disposizioni in materia sono rilasciate dalle Ats e le Asl di riferimento del territorio di appartenenza, in ottemperanza della precedente circolare del 08 maggio 2021 del Ministero della Salute.

 

REGOLAMENTAZIONE INGRESSI VISITATORI E FAMILIARI

Considerando la fragilità degli Ospiti assistiti nelle nostre strutture e nell’ottica della loro stessa tutela, il nostro Gruppo si è attivato fin da subito per recepire e rendere operative limitazioni importanti negli accessi alla struttura di Visitatori e Familiari. A partire dal D.L. 23 febbraio 2020 e, successivamente ai sensi del DPCM 04/03/2020, abbiamo messo in campo restrizioni importanti rispetto agli accessi alle nostre strutture, proseguendo con l’attuazione delle Circolari che sono state emanate nel tempo dagli Organi preposti. Oggi le restrizioni sono ancora attive (…) sebbene gli Ospiti siano in procinto di ultimare la terza dose “booster” e in tutte le Residenze sia stato raggiunto oltre il 95% dei vaccinati sulle persone vaccinabili.

Disposizioni in vigore a partire dall’ 11 gennaio 2022

In considerazione di quanto sopra e delle linee guida indicate dalla recente Circolare Ministeriale del 24 dicembre, al momento all’interno delle nostre Residenze vige la seguente regolamentazione degli accessi di familiari e visitatori in struttura:

  • l’accesso dei Visitatori e Familiari nelle strutture è permesso su prenotazione e in presenza di 3 dosi vaccinali, oppure della combinazione Green pass rafforzato presentato in forma cartacea (1 o 2 dosi oppure guarigione) + tampone negativo fatto nelle ultime 48 ore.

 

Le uscite degli Ospiti dalla struttura rappresentano, invece, ancora una criticità in termini di rischio Covid: per questo, il Gruppo vorrebbe mantenere un approccio cautelativo, circoscrivendo le uscite ai soli casi ritenuti effettivamente necessari dalla Direzione di Struttura e/o Sanitaria.

Ci teniamo a specificare che quanto sopra rispecchia la linea aziendale del nostro Gruppo per la ripresa dei contatti tra famiglie e Ospiti relativa ai contesti liberi da casi Covid; laddove fossero presenti casi positivi e/o sospetti verrà indicata, dalla Direzione Sanitaria e/o di Struttura, una specifica direttiva atta a mantenere la sicurezza di tutti.

Resta infine inteso che tali indicazioni possono trovare diversa applicazione laddove gli enti sanitari territoriali – o anche le Direzioni di Struttura – ritengano di emanare misure più restrittive a seconda dei contesti specifici. Si raccomanda quindi di fare sempre riferimento alla Direzione della Struttura per avere informazioni sulle disposizioni adottate nella Residenza di interesse.

 

Importante: 

Tutte le disposizioni relative al monitoraggio delle visite resteranno in vigore, essendo queste in presenza e a contatto, poichè è obbligo dell’ente gestore per tutte le persone di età superiore ai 6 anni. In merito ricordiamo che da tempo il Gruppo si è inoltre organizzato per la stesura e la firma di un Patto di Condivisione delle Responsabilità in cui i Familiari e Visitatori si rendono partecipi di questo monitoraggio nell’interesse comune di tutelare la salute dei più fragili: attraverso la condivisione di tale Patto infatti, i Visitatori e Familiari dichiarano di recepire le indicazioni in tema di comportamento da tenere in Rsa, e al contempo noi ci impegniamo a garantire tutte le misure di sicurezza necessarie perché la visita avvenga nel pieno rispetto delle norme di sicurezza.

 

ALTRI MODI DI VISITARE IL PROPRIO CARO IN RSA

Comprendiamo la difficoltà della distanza dai propri affetti ed è per questo che a prescindere dalla normativa, abbiamo lavorato tutti affinché potessero essere svolte le Visite in Presenza. Oggi stiamo infatti mantenendo attive anche altri modi di vistare il proprio caro in Rsa – attraverso una preciso organizzazione delle videochiamate, delle visite attraverso la Stanza degli Abbracci e delle Visite al Vetro – per continuare a favorire al massimo il  ricongiungimento tra i nostri Ospiti ed i familiari.

 

Importante: 

  • norme, indicazioni, restrizioni sopra indicate possono variare nel tempo in coerenza con le indicazioni delle Autorità ed essere oggetto di diversa applicazione a seconda della Regione; per un quadro aggiornato è quindi necessario far riferimento all’Ordinanza Regionale specifica della struttura d’interesse, che troverete anche esposta nella bacheca Avvisi delle nostre Residenze.

Rimane tutto confermato, ma in continua evoluzione quanto già in vigore da dicembre 2020 in materia di:

  • norme di comportamento;
  • gestione attività ludico-ricreative;
  • gestione del rischio e norme igienico-sanitarie;
  • gestione attività ricreative.

IL NOSTRO IMPEGNO

La tutela dei nostri Ospiti è ovviamente il nostro primo pensiero: ogni e qualunque decisione è presa nell’interesse totale delle complessive condizioni cliniche di chi è accudito da Noi. Per tale motivo, confermiamo che il Gruppo sta adottando tutte le misure di prevenzione per la diffusione delle infezioni per via respiratoria nonché la rigorosa applicazione delle indicazioni per la sanificazione e disinfezione degli ambienti previste dalle circolari ministeriali.

Siamo consapevoli che le norme di comportamento richieste e soprattutto le recenti restrizioni alle visite potessero essere difficili da accettare, ma ci teniamo a sottolineare che tutte le misure adottate dalle singole Strutture/reparti, sono e saranno assunte con il solo ed unico scopo di tutelare i nostri Ospiti che per condizioni cliniche generali sono da considerarsi più fragili e a rischio contagio COVID-19, a ripristinare le visite e mantenere viva la Socialità.

In questo momento delicato, l’allarmismo è improduttivo ma l’informazione la collaborazione sono necessarie per favorire il rispetto della sicurezza dei nostri Ospiti, Utenti e Dipendenti.

Si coglie quindi l’occasione per ringraziare anticipatamente per la collaborazione, comprensione e rispetto di quanto disposto. 

Il personale della struttura rimane a disposizione telefonicamente e personalmente per fornire tutte le informazioni in merito a chi ne avesse necessità.

Gruppo La Villa – Strumenti utili

Scarica la nostra guida sulle Norme di Prevenzione COVID-19 che raccoglie le misure di sicurezza adottate nelle nostre strutture, alcuni dati ufficiali sul virus diffusi dagli organi competenti e precauzioni utili da applicare a tutela di se stessi e degli anziani.

 

 

Ultimo aggiornamento: gennaio 2022


Hai domande o dubbi sulla gestione dell’emergenza?


FAQ Covid-19 Contattaci