CPA PETRARCA


COMPLESSO COMUNITÀ PSICHIATRICHE

C.P.A Petrarca è una Struttura riabilitativa residenziale ad alta intensità assistenziale, riservata a persone con patologia psichiatrica grave, che richiedono un sostegno per i bisogni primari di accudimento, ma necessitano anche di individuazione attraverso la sperimentazione di una quotidianità individuale e di gruppo. L’inserimento può protrarsi sino a 36 mesi, con eventuali proroghe successive che dovranno essere autorizzate dal soggetto inviante. Tutte le camere sono a due letti ad eccezione di 2 camere singole che consentono una certa flessibilità nella gestione degli inserimenti dei pazienti. Gli spazi comuni sono ampi e pensati per favorire l’accoglienza ed incoraggiare la convivenza tra gli ospiti. Un ampio ed attrezzato giardino circonda la palazzina.

CPA Petrarca, via Oberdan 6, 22073, Fino Mornasco (CO) cpp.petrarca@lavillaspa.it

L’elemento che caratterizza le Strutture Psichiatriche de La Villa S.r.l. è rappresentato dalla possibilità per il paziente di iniziare un percorso di cura e di poterlo concludere. Infatti la presenza di 3 Comunità a protezione decrescente ci consente di far fare all’ospite un percorso terapeutico-riabilitativo graduale, ma che ha una sua continuità. Spesso infatti il paziente riesce a mantenere lo stesso psichiatra di riferimento per tutto il percorso ed anche nel passaggio dalla C.P.M. alla C.P.B. gli stessi operatori di riferimento. Tutto ciò rappresenta, come sappiamo, un notevole vantaggio per pazienti affetti da disturbi psichici che spesso vivono la relazione con l’altro in modo problematico e per i quali è estremamente difficile stabilire un’alleanza terapeutica.

MODALITÀ DI INGRESSO, VERIFICA E DIMISSIONE

L’accesso alle Comunità avviene in seguito alla richiesta dei Responsabili del Centro Psico-Sociale (C.P.S.) di appartenenza del paziente, mediante l’invio di una relazione, sulla cui base lo psichiatra, con funzione di coordinamento delle Strutture Psichiatriche de La Villa, avvia la procedura di valutazione dell’idoneità del paziente all’inserimento presso una delle Comunità. Prima dell’inserimento viene avviato dal CPS competente un Piano di Trattamento Individuale (P.T.I.) nel quale viene specificato se la richiesta di inserimento si rivolge ad una Comunità di tipologia CPA, CPM, CPB. Prima della sua accoglienza in Comunità, viene inoltre inviato al paziente un elenco dei documenti che egli è tenuto a presentare e degli esami ematici e di laboratorio da effettuare nel periodo pre-ingresso. Dopo un periodo di osservazione del paziente inserito in Comunità viene formulato un Progetto Terapeutico Riabilitativo (P.T.R.) coerente e funzionale al PTI. Il PTR viene periodicamente aggiornato dall’equipe curante della Comunità, tenendo conto del consolidamento delle abilità di vita del paziente, degli obiettivi raggiunti e ancora da conseguire. Quando si ritiene terminato il percorso di cura il paziente viene dimesso.

ORGANIZZAZIONE DELLA GIORNATA

La Comunità ha caratteristiche domestiche e familiari sia nella concezione degli spazi abitativi, sia nell’organizzazione della giornata che è scandita da momenti di vita comuni e spazi di cura individuale e di gruppo, da momenti di impegno nelle varie attività e momenti di riposo. In Comunità la quotidianità è tesa a rendere possibile al paziente il graduale riappropriarsi delle fondamentali capacità di autonomia, degli affetti e dei modi di comportamento, in modo tale che le esperienze compiute cquistino valore terapeutico e consentano una nuova percezione della realtà. La quotidianità include attività di vita pratica ed attività strutturate improntate ad esperienze sociali (gruppo calcio, gruppo coro, gruppo gita, ascolto e commento di musica classica, gruppo esperienziale con cane, gruppo teatro, cineforum, basket etc.) attività motorie (palestra, nuoto, trekking) esperienze espressive (laboratorio di pittura) ed altri gruppi di carattere ricreativo. Nel periodo estivo vengono organizzate escursioni e vacanze. Molta importanza viene data alla integrazione fra realtà interna ed esterna del paziente e la relazione con il paziente rappresenta lo strumento privilegiato per raggiungere gli obiettivi riabilitativi prefissi. Nel corso della valutazione che precede l’inserimento, viene dato ad ogni ospite il Regolamento della Comunità che è affisso nella bacheca della Struttura ed è a disposizione dei pazienti e dei familiari. Nel regolamento vengono illustrate le norme cui occorre attenersi affinché sia garantita la convivenza nel rispetto dei diritti di ciascuno.

INTERVENTI TERAPEUTICI

Gli interventi terapeutici sono differenziati a seconda della tipologia della Struttura Residenziale (CPA o CPM o CPB), ma soprattutto in funzione delle esigenze e dei bisogni individuali dei singoli ospiti.

  • Interventi sulle abilità di base e di riabilitazione psicosociale
  • Coinvolgimento nelle mansioni quotidiane e in attività riabilitative in sede e fuori sede
  • Partecipazione ad attività di gruppo e alle attività fuori Sede raccordate con la rete sociale
  • Gruppo psicoterapico e con i familiari
  • Colloqui strutturati specialistici individuali con i pazienti e con i familiari
  • Valutazione clinico-diagnostica e prescrizione, monitoraggio e somministrazione della terapia psicofarmacologica
  • Riunioni di discussione sui casi clinici
  • Inserimenti lavorativi


IL TEAM DELLA STRUTTURA

RESPONSABILE DI STRUTTURA

Luigi Ghidotti




+39 031 880014

contatta


FAQ


AVETE ANCORA DEI DUBBI?
CONSULTATE LA NOSTRA LISTA DI
RISPOSTE A DOMANDE FREQUENTI


Vai alle FAQ


CONTATTACI

VUOI ESSERE CONTATTATO?

Se hai dubbi o domande da porre al nostro personale di struttura non esitare a scriverci. Ti risponderemo nel più breve tempo possibile.

Accetto l'Informativa sulla Privacy ai sensi dell’art. 13 del d.lgs. 196/2003.

CPA PETRARCA

CPA PETRARCA